• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

giovedì, Febbraio 25, 2021

Il mercato del gas torna a crescere ma resta l’incertezza: le stime della IEA per il primo trimestre 2021

Must read

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

Dopo un calo relativamente contenuto nel 2020, le cui ragioni sono direttamente connesse alla pandemia di Covid 19, il mercato globale del gas naturale tornerà a riprendersi quest’anno conservando tuttavia forti elementi di incertezza, specie riguardo le dinamiche di prezzo.

Sono questi alcuni dei principali temi presi in considerazione dalla IEA (International Energy Agency), nel suo recente Outlook sul primo trimestre del 2021, consultabile integralmente sul sito internet dell’agenzia.

Riguardo allo scorso anno, la IEA registra un calo del 2,5%, ovvero 100 billion cubic metres (bcm), della domanda globale di gas. Ma, nonostante questo rallentamento, la domanda di gas per generazione elettrica si è dimostrata resiliente anche in conseguenza dello switch di molti impianti dal carbone al metano per motivi ambientali, mentre la supply chain globale si è rivelata molto flessibile e quindi in grado di assorbire efficacemente la variazioni della domanda.

Il processo di globalizzazione del trading di gas naturale non si è interrotto, anzi è proseguito portando ad un mercato maggiormente liquido, a fronte però di prezzi della commodity che nel 2020 hanno toccato un record negativo e sono rimasti poi altamente volatili.

In questo contesto, l’azione combinata dalla pandemia di coronavirus e degli alti livelli di scorte hanno portato ad una sospensione temporanea di nuovi investimenti, mentre si sono verificati in tutto il mondo diversi interventi di riforma dei mercati del gas, verso modelli maggiormente trasparenti e orientati al consumatore.

Per quanto riguarda il 2021, la IEA riferisce che l’anno si è aperto con un ‘rally’ dei prezzi sia in Asia che in Europa, con una crescente domanda invernale che ha assorbito parte dell’offerta, ma questa impennata non è destinata a protrarsi nel tempo oltre l’effetto della stagione più rigida, poiché i fondamentali del mercato del gas naturale, per l’anno appena iniziato, si confermano fragili.

Secondo l’analisi dell’agenzia internazionale, infatti, la domanda globale di gas quest’anno tornerà a crescere raggiungendo nuovamente i livelli del 2019, mantenendo tuttavia un elevato grado di incertezza circa la dinamiche che questa traiettoria seguirà, specie nella relazione tra mercati in rapido sviluppo e regioni più ‘mature’. Restano poi diversi elementi difficilmente prevedibili legati agli specifici settori di utilizzo del gas naturale, che saranno influenzati dal tasso di switching da fonti più inquinanti al metano, dalla più o meno rapida (o lenta) ripresa economica generale e anche dalle condizioni climatiche.

Latest article

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

Italgas mette in esercizio altri 130 Km di rete in Sardegna

Italgas ha annunciato ieri l’avvio dei lavori di messa in esercizio di altri 130 chilometri circa di reti del gas ‘native digitali’ al servizio...