• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

giovedì, Febbraio 25, 2021

Anche il Presidente francese Macron si schiera apertamente (per la prima volta) contro il Nord Stream 2

Must read

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

Anche il Presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron, per la prima volta in modo esplicito, si è espresso contro il gasdotto Nord Stream 2, chiedendo alla Germania di bloccare il completamento dell’infrastruttura come risposta all’incarcerazione del dissidente russo Alexeij Navalny.

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, il segretario di Stato francese agli Affari europei, Clement Beaune avrebbe dichiarato che “occorre essere lucidi: penso che (il blocco del gasdotto; ndr) sia un’opzione da considerare, visto che le sanzioni già prese non sono bastate”. Rispondendo poi alla domanda (di alcuni giornalisti; ndr) “significa che la Francia vuole la fine del Nord Stream 2?”, Beaune si è espresso ancora più esplicitamente: “Lo abbiamo appena detto”.

Secondo il quotidiano italiano fino ad ora la Francia era sempre rimasta neutrale sul ‘dossier’ Nord Stream 2, e quindi questa prima quanto chiara presa di posizione contro il gasdotto di Gazprom, che consentirebbe alla Russia di raddoppiare la sua capacità di export verso la Germania e quindi verso tutta l’Europa centrale, bypassando l’Ucraina, costituirebbe un duro colpo per la cancelliera Angela Merkel.

La posizione del Governo tedesco tuttavia resta immutata: l’infrastruttura energetica, che l’industria teutonica giudica imprescindibile, è una questione separata rispetto a quella dei diritti civili in Russia. In sostanza Berlino, nella battaglia politica contro il Cremlino, non vuole mettere sul piatto un asset che ritiene strategico per i propri interessi economici.

Posizione peraltro bipartisan, sostenuta nei giorni scorsi dall’ex cancelliere socialdemocratico Gerhard Schröder, il firmatario del primo contratto con Putin relativo alla costruzione del Nord Stream 2, che ha dichiarato: “Se lo abbandoniamo (il gasdotto; ndr) tagliamo il ramo della politica energetica sul quale siamo seduti”.

Latest article

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

Italgas mette in esercizio altri 130 Km di rete in Sardegna

Italgas ha annunciato ieri l’avvio dei lavori di messa in esercizio di altri 130 chilometri circa di reti del gas ‘native digitali’ al servizio...