• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

[titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

[titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

domenica, Settembre 19, 2021

Il governo degli Stati Uniti nega la licenza all’oleodotto Dakota Access

Must read

Stati Uniti. Spire Inc. ottiene più tempo per operare il Missouri St. Louis NG Pipeline

La società statunitense di gas naturale Spire Inc ha ottenuto il permesso dall’ente regolatore federale, per continuare le attività nel suo gasdotto STL del...

Brasile. Bolsonaro rilancia e vuole il gas argentino a tutti i costi

Le elezioni in Brasile sono previste per settembre del 2022, ma in realtà la campagna è già iniziata e l’argomento energia è sul tavolo. Bolsonaro...

Brasile. Il nuovo etanolodotto soddisferà l’intero fabbisogno di San Paulo

A partire da settembre, tutta la domanda di etanolo generata dalla regione metropolitana di San Paolo potrà essere soddisfatta grazie ai nuovi etanolodotti di...

Le comunità autoctone canadesi chiedono la deviazione del gasdotto di Enbridge

L’organizzazione canadese “First Nation”, istituzione che rappresenta le comunità autoctone canadesi, ha affermato di voler costringere la compagnia Enbridge Inc. a deviare il tracciato...

La corte d’appello degli Stati Uniti ha negato la richiesta degli operatori dell’oleodotto Dakota Access (DAPL) di congelare il processo per iniziare una revisione della Corte Suprema per mantenere aperto l’oleodotto.

La struttura petrolifera da 570.000 barili al giorno è la più grande del Nord Dakota e gli operatori, guidati da Energy Transfer, sono stati bloccati in una battaglia legale con le comunità autoctone.

All’inizio di quest’anno, una commissione di tre giudici della Corte d’Appello del Distretto di Columbia ha stabilito che la struttura petrolifera deve essere sottoposta a una revisione ambientale e che il permesso dovrebbe essere ritirato.

Se gli operatori del Dakota Access tornano alla corte d’appello potrebbe esserci una giuria diversa per decidere sul suo caso legale. Il Dakota Access Pipeline (DAPL) continua a funzionare mentre il suo caso legale va avanti, ma deve affrontare la possibilità di un ordine di chiusura da parte di un tribunale distrettuale degli Stati Uniti. Secondo le autoritá locali la decisione definitiva è prevista per la fine di maggio.

Fonte immagini: NY Times

Latest article

Stati Uniti. Spire Inc. ottiene più tempo per operare il Missouri St. Louis NG Pipeline

La società statunitense di gas naturale Spire Inc ha ottenuto il permesso dall’ente regolatore federale, per continuare le attività nel suo gasdotto STL del...

Brasile. Bolsonaro rilancia e vuole il gas argentino a tutti i costi

Le elezioni in Brasile sono previste per settembre del 2022, ma in realtà la campagna è già iniziata e l’argomento energia è sul tavolo. Bolsonaro...

Brasile. Il nuovo etanolodotto soddisferà l’intero fabbisogno di San Paulo

A partire da settembre, tutta la domanda di etanolo generata dalla regione metropolitana di San Paolo potrà essere soddisfatta grazie ai nuovi etanolodotti di...

Le comunità autoctone canadesi chiedono la deviazione del gasdotto di Enbridge

L’organizzazione canadese “First Nation”, istituzione che rappresenta le comunità autoctone canadesi, ha affermato di voler costringere la compagnia Enbridge Inc. a deviare il tracciato...

Stati Uniti. Il Colonial Pipeline riprende le attività mentre il nuovo uragano Nicholas perde forza

Il più grande oleodotto degli Stati Uniti ha ripreso le operazioni in maniera parziale, dopo aver dimostrato che l’infrastruttura ha resistito all'uragano Nicholas in...