• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 31
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

martedì, Ottobre 26, 2021

Stati Uniti. California Pipeline ha lanciato in ritardo l’allarme della rottura dell’oleodotto

Must read

Messico. Rinasce l’interesse del mega gasdotto da 1800 km

Il Messico vuole fornire gas naturale su larga scala ai paesi del cosiddetto Triangolo Nord del Centro America, attraverso il "Piano di sviluppo globale...

Brasile. Alcune importanti città del centro del paese reclamano un gasdotto

Le città del centro ovest del Brasile si sono unite per iniziare uno studio per poter costruire un gasdotto. Il progetto è in fase di...

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

La società che gestisce l’oleodotto responsabile di aver versato circa 3.000 barili di petrolio nell’Oceano Pacifico al largo della California, nonostante la rigidità del proprio regolamento, non ha saputo fermare nei tempi previsti questo nuovo disastro.

Diverse agenzie federali hanno fornito resoconti diversi di ciò che è accaduto il 2 ottobre scorso, quando è stata segnalata la fuoriuscita di petrolio che ha inquinato le spiagge, la fauna selvatica lungo doversi chilometri sulla costa californiana.

L’agenzia statunitense Pipeline and Hazardous Materials Safety Administration (PHMSA) ha dichiarato che Beta Offshore, che gestisce l’oleodotto, non ha ricevuto in maniera tempestiva l’avviso di bassa pressione nella sua sala di controllo.

Secondo i dipendenti di Beta Offshore, l’allarme di rilevamento delle perdite avrebbe dovuto innescare chiamate telefoniche rapide a manager, equipaggi delle navi, autorità di della Guardia Costiera per avviare rapidamente misure per chiudere l’oleodotto e la piattaforma che lo alimenta. Secondo le autorità del PHMSA in base alla ricostruzione dei fatti, l’allarme sarebbe stato lanciato quattro ore dopo della rottura dell’oleodotto.

Latest article

Messico. Rinasce l’interesse del mega gasdotto da 1800 km

Il Messico vuole fornire gas naturale su larga scala ai paesi del cosiddetto Triangolo Nord del Centro America, attraverso il "Piano di sviluppo globale...

Brasile. Alcune importanti città del centro del paese reclamano un gasdotto

Le città del centro ovest del Brasile si sono unite per iniziare uno studio per poter costruire un gasdotto. Il progetto è in fase di...

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

Dakota Natural Gas Ampliamento dell’accesso con il progetto Pipeline

La compagnia Dakota Natural Gas (DNG) ha completato la costruzione del gasdotto di 60 km per fornire gas naturale dal gasdotto Viking nel Minnesota...