• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 31
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

martedì, Ottobre 26, 2021

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Must read

Messico. Rinasce l’interesse del mega gasdotto da 1800 km

Il Messico vuole fornire gas naturale su larga scala ai paesi del cosiddetto Triangolo Nord del Centro America, attraverso il "Piano di sviluppo globale...

Brasile. Alcune importanti città del centro del paese reclamano un gasdotto

Le città del centro ovest del Brasile si sono unite per iniziare uno studio per poter costruire un gasdotto. Il progetto è in fase di...

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il nostro Paese uno snodo logistico e commerciale tramite cui il metano può proseguire verso altri mercati finali.

A confermare come questo asseto sia già diventato una realtà concreta è stato Gilberto Dialuce, Direttore Generale per le infrastrutture e la sicurezza dei sistemi energetici del Ministero dello Sviluppo Economico.

Secondo quanto riportato da TAP AG – la società (partecipata da BP col 20%, SOCAR col 20%, Snam col 20%, Fluxys col 19%, Enagás col 16% e Axpo col 5%) che gestisce l’infrastruttura – sul suo profilo Twitter, Dialuce ha dichiarato che “il gas arrivato in Italia a gennaio tramite TAP ammonta a 340 milioni di metri cubi. Il 20% di questo volume è stato poi fornito ad altri paesi europei”.

Nel frattempo, sempre dal suo profilo Twitter, TAP AG ha anche annunciato che a febbraio sono state assegnati, al termine delle apposite procedure di asta, i primi prodotti di capacità in reverse commerciale, ovvero un flusso (virtuale) in direzione est (in senso contrario al flusso fisico che va da ovest a est). In questo caso, la capacità prenotata è relativa alla tratta tra i punti di interconnessione di Melendugno (Puglia) e Nea Mesimvria (in Grecia), che costituisce un collegamento diretto tra i mercati del gas italiano e greco.

Latest article

Messico. Rinasce l’interesse del mega gasdotto da 1800 km

Il Messico vuole fornire gas naturale su larga scala ai paesi del cosiddetto Triangolo Nord del Centro America, attraverso il "Piano di sviluppo globale...

Brasile. Alcune importanti città del centro del paese reclamano un gasdotto

Le città del centro ovest del Brasile si sono unite per iniziare uno studio per poter costruire un gasdotto. Il progetto è in fase di...

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

Dakota Natural Gas Ampliamento dell’accesso con il progetto Pipeline

La compagnia Dakota Natural Gas (DNG) ha completato la costruzione del gasdotto di 60 km per fornire gas naturale dal gasdotto Viking nel Minnesota...