• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

mercoledì, Aprile 14, 2021

A partire dal prossimo anno la Lituania fornirà gas alla Polonia attraverso una nuova pipeline

Must read

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

La compagnia energetica statale lituana Ignitis Group inizierà a fornire gas alla Polonia, attraverso una nuova pipeline dedicata che entrerà in funzione il prossimo anno.

La costruzione della nuova condotta, chiamata GIPL, dovrebbe terminare a dicembre 2021 e consentirà anche a Finlandia, Estonia e Lettonia di avere accesso a gas proveniente dalla rete europea. Un’importante diversificazione delle fonti di approvvigionamento per la regione, che fino ad ora si rifornisce di metano via tubo solo dalla Russia e di GNL attraverso un apposito terminal per l’import nel porto lituano di Klaipeda.

“Quando la nuova pipeline GIPL entrerà in funzione, ci aspettiamo di iniziare ad esportare gas verso la Polonia, analogamente a quanto abbiamo fatto con la Finlandia” ha dichiarato il CEO di Ignitis Group Darius Maikstenas. “Potenzialmente, la maggior parte di questo gas sarà costituito da GNL in arrivo al porto di Klaipeda”.

Una parte di questo gas potrà poi essere esportato, attraverso la Polonia, ad altri mercati limitrofi come l’Ucraina, ha aggiunto Maikstenas.

La Polonia utilizzerà un certo quantitativo del gas importato tramite la nuova condotta per alimentare una centrale elettrica a metano in fase di realizzazione vicino al confine nordorientale del Paese.

La Polonia ha già annunciato che intende interrompere le importazioni di gas russo a partire dal 2022 e si sta quindi muovendo per consolidare i canali di approvvigionamento alternativi: oltre alla pipeline GIPL, è previsto per esempio un upgrade del terminal per l’import del GNL di Swinoujscie, la cui capacità complessiva dovrebbe essere incrementata di oltre il 60% entro il 2023.

Percorso analogo a quello già intrapreso dalla Finlandia, che grazie all’entrata in funzione del gasdotto Baltic Connector all’inizio dello scorso anno, nel 2020 ha aumentato notevolmente l’import di gas dai Paesi baltici (oltre la metà è stato fornito proprio da Ignitis Group) e ha ridotto del 35% gli acquisti di gas russo da Gazprom.

Maikstenas ha detto di aspettarsi che nel 2021 la sua azienda fornirà alla Finlandia un quantitativo di gas uguale o superiore a quello già fornito lo scorso anno.

Latest article

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

Italgas si rafforza in Valle d’Aosta rilevando 150 Km di rete dal Gruppo Energetica

Italgas ha annunciato una nuova operazione finalizzata al consolidamento della propria presenza in Valle d’Aosta: il gruppo ha infatti definito con Energie Rete Gas,...