• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

mercoledì, Aprile 14, 2021

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

Must read

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici. Una situazione frutto di diversi fattori, sia climatici che di mercato, ma che avrà un effetto diretto sui prezzi del metano, previsti in crescita nei mesi estivi quando le scorte dovranno essere ricostituite.

Secondo i dati di Gas Infrastructure Europe riportati dall’agenzia di stampa Reuters, attualmente i depositi europei di gas sono pieni solo per il 37%, tasso molto inferiore rispetto al 60% registrato nello stesso periodo dello scorso anno, e anche del 74% dell’inizio di quest’anno.

Secondo le previsioni della società specializzata Refinitiv, alla fine di marzo il gas naturale rimasto negli stoccaggi europei sarà pari a 87 TWh (terrawatt ora) – un tasso di riempimento di appena il 16% – rispetto ai 307 TWh di fine marzo 2020.

La stagione invernale 2020/2021 era iniziata con scorte molto elevate grazie ad una domanda decisamente contenuta durante l’estate precedente e ad un afflusso di GNL piuttosto sostenuto. Ma con l’inizio del nuovo anno le importazioni di gas naturale liquefatto sono diminuite a causa della sempre maggiore ‘fame’ di questa commodity dei mercati asiatici, che sono riusciti ad attrarre il grosso delle forniture. Ridotto quindi l’apporto di GNL, i Paesi europei, alle prese con un inverno piuttosto rigido, hanno dovuto attingere a piene mani agli stoccaggi, che risultano ora pesantemente depauperati.

Il gas stoccato ad oggi è assolutamente insufficiente per affrontare la prossima stagione invernale 2021/2022, e quindi nel corso dell’estate (aprile-ottobre) si assisterà inevitabilmente ad una massiccia attività di acquisto sul mercato da parte dei buyer europei, che dovranno ricostituire le scorte ‘erose’ in questi mesi. Situazione che, considerando un’offerta di gas che tutti gli osservatori prevedono stabile, comporterà un sensibile aumento del prezzo del metano, il cui mercato promette quindi di essere piuttosto volatile nei prossimi mesi.

Latest article

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

Italgas si rafforza in Valle d’Aosta rilevando 150 Km di rete dal Gruppo Energetica

Italgas ha annunciato una nuova operazione finalizzata al consolidamento della propria presenza in Valle d’Aosta: il gruppo ha infatti definito con Energie Rete Gas,...