Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

sabato, Dicembre 5, 2020

L’ISRAELIANA EAPC COSTRUIRÀ UN NUOVO OLEODOTTO TRA MEDITERRANEO E MAR ROSSO

Must read

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

Passerà anche attraverso la realizzazione di un nuovo oleodotto lo sviluppo della cooperazione, politica ed economica, tra Israele e gli Emirati Arabi, dopo le recente normalizzazione dei rapporti diplomatici tra i due Paesi.

La compagnia statale israeliana EAPC ha infatti annunciato di aver firmato un Memorandum of Undesrtunding (MoU) con MED-RED Land Bridge – società a capitale misto arabo-israeliano controllata da Petromal, una divisione deella National Holding di Abu Dhabi, dalla compagnia israeliana AF Entrepreneurship e da Lubber Line, gruppo internazionale attivo nel settore delle infrastrutture e dell’energia – per la realizzazione, e la futura gestione, di un nuovo oleodotto che collegherà la città di Eilat sul Mar Rosso al porto di Ashkelon, in Mediterraneo.

L’accordo, firmato ad Abu Dhabi in occasione della visita ufficiale del Segretario del Tesoro USA Steve Mnuchin, se finalizzato – sottolinea l’agenzia di stampa Reuters – costituirebbe uno dei più significativi deal siglati tra i due Paesi mediorientali dal riavvio dei rapporti diplomatici.

La nuova infrastruttura servirà per trasportare in Europa, in modo più rapido e meno costoso rispetto al transito navale attraverso Suez, il greggio degli Emirati, ma nei piani dei suoi promotori dovrà funzionare anche in direzione inversa per consentire ai clienti asiatici un più facile accesso al petrolio prodotto nelle aree del Mediterraneo e del Mar Nero.

“MED-RED è in trattative avanzate con alcuni grandi player in Occidente e in Asia per accordi di servizio di lungo periodo” ha detto EAPC, aggiungendo che l’entrata in funzione dell’oleodotto incrementerà i volumi movimentati di decine di milioni di tonnellate di greggio all’anno.

Secondo indiscrezioni riportate dalla Reuters l’oleodotto, che avrebbe un valore di 700-800 milioni di dollari, potrebbe entrare in funzione già nel corso del 2021.

Latest article

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

CRESCONO GLI INVESTIMENTI DI SNAM, CHE PRESENTA IL NUOVO PIANO 2020-2024

Crescono di quasi un miliardo di euro gli investimenti programmati da Snam per i prossimi anni, come stabilito nel nuovo piano 2020-2024 presentato oggi dal gruppo...