• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 31
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • Annuncio creato il 11/10/2021 16:04 - Pipeline News -  -

lunedì, Ottobre 25, 2021

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Must read

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

Dakota Natural Gas Ampliamento dell’accesso con il progetto Pipeline

La compagnia Dakota Natural Gas (DNG) ha completato la costruzione del gasdotto di 60 km per fornire gas naturale dal gasdotto Viking nel Minnesota...

Messico. Aumentano le importazioni di gas dagli Stati Uniti

La crescita delle importazioni di gas naturale dagli Stati Uniti è stata in gran parte trainata dall'ampliamento dei gasdotti Trans-Pecos e Sur de Texas-Tuxpan,...

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa della condotta in acque territoriali tedesche il durante il mese di dicembre secondo un avviso rivolto lavoratori marittimi, riportato da S&P Global Platts.

Si tratterebbe delle prime attività di posta di questa pipeline da quasi un anno, dopo lo stop imposto dalla sanzioni USA, e significherebbe anche a Gazprom ha trovato un modo per procedere con l’installazione delle tubature nonostante le misure restrittive imposte da Washington.

Secondo l’avviso pubblicato dalla German Waterways and Shipping Authority Stralsund il 27 novembre scorso, una piccola parte della condotta verrà posata tra il 5 e il 31 dicembre prossimo utilizzando una nave posatubi “tenuta in posizione attraverso ancore”.

Un portavoce di Nord Stream 2 ha precisato a S&P che i lavori inizieranno non prima del 5 dicembre e che la nave impiegata “verrà comunicata in un secondo momento”, anche se non sembrano esserci dubbi riguardo l’utilizzo della Akademik Cherskiy: si tratta di un mezzo battente bandiera russa e, per questo, di fatto al riparo dagli effetti delle sanzioni USA, ma anche piuttosto datato e dotato di sistema di posizionamento non dinamico ma appunto ad ancore. Ed è proprio per questo motivo che nei mesi scorsi Gazprom aveva chiesto e ottenuto alle autorità danesi la possibilità di utilizzare, per completare la posa del tratto di gasdotto che attraversa le acque territoriali della Danimarca (la gran parte dei 150 Km che restano da costruire), una nave posatubi con posizionamento ad ancore.

Latest article

Lincoln Electric annuncia il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe

La compagnia Lincoln Electric ha annunciato il nuovo trainafilo portatile Activ8x Pipe, un dispositivo progettato per la saldatura di condotte fino a un diametro...

La Guyana vuole costruire un oleodotto sottomarino di 220 km

Il governo della Guyana prevede che il prossimo anno inizieranno i lavori per costruire  una grande centrale elettrica a gas, che sarà alimentata da un...

Dakota Natural Gas Ampliamento dell’accesso con il progetto Pipeline

La compagnia Dakota Natural Gas (DNG) ha completato la costruzione del gasdotto di 60 km per fornire gas naturale dal gasdotto Viking nel Minnesota...

Messico. Aumentano le importazioni di gas dagli Stati Uniti

La crescita delle importazioni di gas naturale dagli Stati Uniti è stata in gran parte trainata dall'ampliamento dei gasdotti Trans-Pecos e Sur de Texas-Tuxpan,...

Colombia. I guerriglieri dell’ELN rivendicano la responsabilità dell’attacco all’oleodotto

I guerriglieri dell'Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) in Colombia hanno rivendicato un attacco contro un oleodotto utilizzato per trasportare greggio alla raffineria di Barrancabermeja,...