• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4
  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

mercoledì, Aprile 14, 2021

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Must read

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa della condotta in acque territoriali tedesche il durante il mese di dicembre secondo un avviso rivolto lavoratori marittimi, riportato da S&P Global Platts.

Si tratterebbe delle prime attività di posta di questa pipeline da quasi un anno, dopo lo stop imposto dalla sanzioni USA, e significherebbe anche a Gazprom ha trovato un modo per procedere con l’installazione delle tubature nonostante le misure restrittive imposte da Washington.

Secondo l’avviso pubblicato dalla German Waterways and Shipping Authority Stralsund il 27 novembre scorso, una piccola parte della condotta verrà posata tra il 5 e il 31 dicembre prossimo utilizzando una nave posatubi “tenuta in posizione attraverso ancore”.

Un portavoce di Nord Stream 2 ha precisato a S&P che i lavori inizieranno non prima del 5 dicembre e che la nave impiegata “verrà comunicata in un secondo momento”, anche se non sembrano esserci dubbi riguardo l’utilizzo della Akademik Cherskiy: si tratta di un mezzo battente bandiera russa e, per questo, di fatto al riparo dagli effetti delle sanzioni USA, ma anche piuttosto datato e dotato di sistema di posizionamento non dinamico ma appunto ad ancore. Ed è proprio per questo motivo che nei mesi scorsi Gazprom aveva chiesto e ottenuto alle autorità danesi la possibilità di utilizzare, per completare la posa del tratto di gasdotto che attraversa le acque territoriali della Danimarca (la gran parte dei 150 Km che restano da costruire), una nave posatubi con posizionamento ad ancore.

Latest article

Total e CNOOC firmano per costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Dopo l’annuncio dello scorso febbraio da parte del Governo dell’Uganda riguardo al nuovo progetto per un oleodotto che dovrebbe collegare il Paese con la...

L’italiana Isolfin realizzerà la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca

Sarà l’azienda italiana Isolfin a costruite la stazione di compressione del nuovo gasdotto Baltic Pipe in Danimarca. E’ stata la stessa società, basata a Genova,...

Fondi americani e cinesi in corsa per rilevare il 49% della rete di oleodotti di Saudi Aramco

Il colosso petrolifero statale dell'Arabia Saudita, Saudi Aramco, sarebbe in trattative ormai avanzate per cedere, ad una cifra compresa tra i 10 e i...

McConnell Dowell accelera nel completamento del suo progetto in Nuova Zelanda.

Il progetto Hinehōaka per la riqualificazione delle acque nella St. Marys Bay, ha visto la realizzazione di oltre un chilometro di micro-tunnel in meno...

Italgas si rafforza in Valle d’Aosta rilevando 150 Km di rete dal Gruppo Energetica

Italgas ha annunciato una nuova operazione finalizzata al consolidamento della propria presenza in Valle d’Aosta: il gruppo ha infatti definito con Energie Rete Gas,...