Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

domenica, Novembre 29, 2020

PROMIGAS COMPLETA IL NUOVO GASDOTTO JOBO-MAJAGUAS IN COLOMBIA

Must read

CRESCONO GLI INVESTIMENTI DI SNAM, CHE PRESENTA IL NUOVO PIANO 2020-2024

Crescono di quasi un miliardo di euro gli investimenti programmati da Snam per i prossimi anni, come stabilito nel nuovo piano 2020-2024 presentato oggi dal gruppo...

E’ SCOMPARSO IL PROF. GIOVANNI SOLARI, PRESIDENTE DELL’ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA (ISS)

Riportiamo quanto tristemente comunicato da IIS – Istituto Italiano della Saldatura: “Oggi è un giorno molto triste per tutte le donne e gli uomini dell’Istituto Italiano della...

CRESCE IL VOLUME DI GAS RUSSO ESPORTATO IN CINA ATTRAVERSO IL GASDOTTO POWER OF SIBERIA

In ragione della necessità di Pechino di sostituire il carbone, sempre meno utilizzato per ragioni ambientali, con il meno inquinante gas naturale, sta diventando sempre più...

LA RETE DI ITALGAS SARÀ COMPLETAMENTE DIGITALIZZATA ENTRO IL 2022

Entro il 2022 la rete di condotte gestita da Italgas sarà completamente digitalizzata, e quindi pronta per ricevere e gestire qualsiasi tipo di gas. Lo ha dichiarato...

Dopo anni di ritardi, Promigas – il principale fornitore di gas naturale in Colombia con il 52% del mercato nazionale – ha portato a termine la realizzazione del nuovo gasdotto Jobo-Majaguas, con una lunghezza di 85 km, che è finalmente entrato in funzione.

Promigas, negli ultimi anni, ha portato avanti un intenso programma di investimenti per un totale di 2.300 milioni di dollari in Colombia e Perù.

Tra questi progetti si distingue la nuova stazione di compressione della città di Filadelfia della regione di Sucre, mediante la quale aumenterà quattro volte la capacità attuale.

Entrambi i progetti fanno parte del programma per espandere la rete di trasporto di gas naturale nella rete di distribuzione principale, dovuto in parte anche alla recente scoperta di nuove riserve.

La costruzione del nuovo gasdotto con un diametro di 20 pollici iniziato nel gennaio 2019, è stata interrotta diverse volte a causa della scoperta di alcuni siti archeologici non previsti.

In termini generali la nuova struttura ha quindi permesso di ampliare la capacità di trasporto fino a 100 milioni di piedi cubi al giorno, un volume che sarà assorbito dalle città di Sucre e Cordoba, entrambe situate nella costa dei Caraibi.

Questa nuova struttura sarà in grado di soddisfare il 30% dell’attuale domanda nazionale.

Sebbene la topografia dell’area sia piuttosto uniforme visto che il terreno è formato da colline da 50 a 200 metri di altezza, in alcuni casi le pendenze del 25 e 75% hanno creato qualche problema da un punto di vista logistico per trasportare il materiale per costruire il gasdotto. Un fattore comunque programmato durante la fase dei rilevamenti geologici.

Tuttavia l’unico particolare che ha richiesto uno sforzo tecnico considerevole da parte degli ingegneri è stato senza dubbio la perforazione orizzontale sotto il canale del Dique, considerata la più lunga in America Latina con i suoi 112 metri di lunghezza.

Un’opera indispensabile dal punto di vista ambientale visto le rigorose norme per la protezione della fauna e flora, considerando anche il fatto che se non si fosse scelto questo tracciato i costi sarebbero stati molto più alti per raggirare l’intera area.

Latest article

CRESCONO GLI INVESTIMENTI DI SNAM, CHE PRESENTA IL NUOVO PIANO 2020-2024

Crescono di quasi un miliardo di euro gli investimenti programmati da Snam per i prossimi anni, come stabilito nel nuovo piano 2020-2024 presentato oggi dal gruppo...

E’ SCOMPARSO IL PROF. GIOVANNI SOLARI, PRESIDENTE DELL’ISTITUTO ITALIANO DELLA SALDATURA (ISS)

Riportiamo quanto tristemente comunicato da IIS – Istituto Italiano della Saldatura: “Oggi è un giorno molto triste per tutte le donne e gli uomini dell’Istituto Italiano della...

CRESCE IL VOLUME DI GAS RUSSO ESPORTATO IN CINA ATTRAVERSO IL GASDOTTO POWER OF SIBERIA

In ragione della necessità di Pechino di sostituire il carbone, sempre meno utilizzato per ragioni ambientali, con il meno inquinante gas naturale, sta diventando sempre più...

LA RETE DI ITALGAS SARÀ COMPLETAMENTE DIGITALIZZATA ENTRO IL 2022

Entro il 2022 la rete di condotte gestita da Italgas sarà completamente digitalizzata, e quindi pronta per ricevere e gestire qualsiasi tipo di gas. Lo ha dichiarato...

COMPLETATO IL GASDOTTO CALLAHAN NEL NORD-EST DELLA FLORIDA

La società formata da Chesapeake Utilities e TECO Peoples Gas ha completato la costruzione del gasdotto Callahan, infrastruttura lunga 44 chilometri finalizzata ad ampliare il servizio...