• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

mercoledì, Marzo 3, 2021

TAP: SAIPEM HA COMPLETATO LA POSA DELLA SEZIONE OFFSHORE TRA ITALIA E ALBANIA

Must read

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

Trans Adriatic Pipeline (TAP) AG ha completato con successo la costruzione dei 105 km della sezione offshore del gasdotto attraverso il Mare Adriatico, avvenuta con l’installazione offshore di tubi da 36 pollici da parte di Castoro Sei, la nave semisommergibile posatubi di Saipem, il collegamento “fuori acqua” con la sezione precedentemente posata in prossimità della costa albanese, nonché il test idraulico della condotta che ne ha verificato la sicurezza e l’efficienza in vista dell’avvio della fase operativa.

Le attività per collegare le coste italiana e albanese sono iniziate a metà gennaio 2020, con i tubi saldati e testati a bordo di Castoro Sei e poi posati in continuo sul fondo del mare Adriatico a partire dalle coste italiane verso l’Albania.

A fronte della pandemia da Covid 19 in atto, TAP e Saipem – si legge in una nota – hanno implementato una vasta gamma di rigorose misure sanitarie e organizzative, al fine di proteggere la salute e la sicurezza di tutti i lavoratori coinvolti.

Per Luca Schieppati, Managing Director di TAP, “il completamento della sezione offshore del gasdotto è un’altra pietra miliare sulla strada del completamento del nostro progetto. Una volta operativo, TAP porterà in Europa una nuova fonte di gas naturale, supportando la decarbonizzazione, la sicurezza energetica e la diversificazione delle fonti di approvvigionamento. Sono orgoglioso che queste attivita’ tecnicamente complesse siano state condotte in linea con i più alti standard di salute e sicurezza”.

John Haynes, direttore del progetto TAP, ha aggiunto: “Questi sono tempi senza precedenti per tutti e l’industria dell’energia è impegnata in un delicato atto di bilanciamento: gestire le operazioni sul campo con estrema cura, continuando nel contempo a fornire l’energia necessaria per le nostre case e imprese. Il progetto TAP è ora completo per oltre il 95% e non vediamo l’ora di tagliare il traguardo entro la fine di quest’anno”.

Circa 9.000 tubi del diametro di 36 pollici sono stati usati per la sezione offshore di TAP, per un peso totale di circa 100.000 tonnellate. Le tubature sono state posate sul fondo del mare Adriatico: 25 km nelle acque territoriali italiane, 43 km nelle acque internazionali e 37 km nelle acque territoriali albanesi. Il punto più profondo della condotta è a circa 810 metri sotto il livello del mare. Il Castoro Sei di Saipem ha posato una media di 1,2 km di tubi al giorno, raggiungendo un picco di 2,8 km in un solo giorno.

Latest article

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...