• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

venerdì, Febbraio 26, 2021

ARRIVATA NEL BALTICO LA POSATUBI RUSSA CHE COMPLETERA’ IL NORD STREAM 2

Must read

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

E’ ormai arrivata nel Mar Baltico la Akademik Cherskiy, nave posatubi di bandiera russa più volte indicata in passato come il mezzo scelto da Mosca per completare la posa dell’ultimi tratto del gasdotto Nord Stream 2, dopo che a dicembre 2019 il contractor svizzero Allseas – incaricato da Gazprom di realizzare la pipeline sottomarina – aveva abbandonato il campo in conseguenza delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti nei confronti dei promotori di questa infrastrutture energetica e di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti nella sua realizzazione.

Già a febbraio la Akademik Cherskiy era stata segnalata nei pressi dello Stretto di Malacca, diretta verso occidente, ma ora secondo il sito Marinetraffic la posatubi russa si trova ancorata nella rada del porto di Kaliningrad, exclave russa affacciata sul Baltico e incuneata tra Polonia e Lituania, a poca distanza del percorso del Nord Stream 2.

Secondo diversi analisti la presenza in loco della nave specializzata russa testimonia la volontà di Mosca, per la verità più volte annunciata esplicitamente in passato, di completare (anche se in ritardo rispetto alle tempistiche originarie che fissavano l’entrata in funzione del gasdotto all’inizio del 2020) la posa del Nord Stream 2 nonostante le sanzioni di Washington, imposte per tentare di ‘sabotare’ questo progetto che, a detta degli Stati Uniti ma anche di alcuni Paesi europei, aggraverebbe la già marcata dipendenza energetica del Vecchio Continente dalla Russia e dal suo gas naturale.

Visione non condivisa da altri Stati membri dell’UE, a partire dalla Germania che sarà il punto di arrivo della pipeline ma anche il principale beneficiario di questa nuovo canale di approvvigionamento.ARRIVATA NEL BALTICO LA POSATUBI RUSSA CHE COMPLETERA' IL NORD STREAM 2 - Pipeline News - - News

Latest article

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...

A gennaio il 20% del gas arrivato in Italia col TAP è stato ri-esportato verso altri mercati

Da inizio anno il nuovo gasdotto TAP (Trans Adriatic Pipeline) è entrato in attività, consentendo all’Italia di importare gas dall’Azerbaijan ma rendendo anche il...

Italgas mette in esercizio altri 130 Km di rete in Sardegna

Italgas ha annunciato ieri l’avvio dei lavori di messa in esercizio di altri 130 chilometri circa di reti del gas ‘native digitali’ al servizio...