• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

sabato, Febbraio 27, 2021

GASDOTTI: RUSSIA E UCRAINA ANCORA DISTANTI SUL RINNOVO DEL CONTRATTO DI TRANSITO

Must read

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Nuovi ostacoli sul difficile percorso che dovrebbe portare Mosca e Kiev a rinnovare l’attuale contratto di transito del gas russo, che attraversa l’Ucraina via gasdotto per raggiungere il mercato europeo, in scadenza a fine anno.

I negoziati sono in corso da settimane, nel tentativo di arrivare ad un accordo in tempo utile: obbiettivo che però sembra rimanere ancora piuttosto lontano.

E’ di ieri, infatti, un’esternazione piuttosto chiara del Presidente russo Vladimir Putin che, a Sochi, sul Mar Baltico, ha dichiarato (come riporta l’agenzia di stampa Reuters) che la Russia vuole continuare a spedire il suo gas in Europa attraverso l’Ucraina, ma che le condizioni poste dal Paese vicino sono inaccettabili.

La tensione è sempre molto alta tra le due repubbliche ex-sovietiche da quando la Russia ha annesso la Crimea nel 2014, e l’ultima ragione di attrito è relativa alle tariffe chieste da Kiev per consentire il transito del gas russo nel corso del 2020, che le autorità russe giudicano troppo alte.

“Le nuove tariffe proposte dall’Ucraina sono molto alte, molto più alte di quelle che attualmente paghiamo per far passare il nostro gas nelle pipeline del Paese” aveva dichiarato alcuni giorni fa il CEO di Gazprom Alex Miller.

Giudizio poi confermato e ribadito dal Presidente Putin, ma rispedito al mittente da parte ucraina.

Con un post sul suo profilo Facebook (sempre secondo la ricostruzione della Reuters) Yuriy Vitrenko, il direttore esecutivo di Naftogaz, la compagnia nazionale del gas ucraina, ha infatti assicurato che il calcolo delle nuove tariffe è stato effettuato con la metodologia standard usata in Europa, e che “i nuovi valori sottoposti a Gazprom, che la parte russa ha recentemente commentato, sono sufficienti a coprire solo i costi dell’operatore ucraino di pipeline, e quindi non possono essere considerati troppo alti”.

E’ evidente quindi che, mentre il tempo a disposizione si accorcia progressivamente, le posizioni tra le due parte restano, almeno per il momento, decisamente distanti.

 

Latest article

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...

Snam alla ricerca di una FSRU da installare al largo della Sardegna

Snam avrebbe avviato una ricerca di mercato, propedeutica all’avvio di una procedura di gara vera e propria prevista per il mese prossimo, per la...