• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

[titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

[titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

domenica, Settembre 19, 2021

IL PAKISTAN PROGETTA NUOVI GASDOTTI PER MIGLIORARE LA SUA CAPACITA’ DI APPROVVIGIONAMENTO

Must read

Stati Uniti. Spire Inc. ottiene più tempo per operare il Missouri St. Louis NG Pipeline

La società statunitense di gas naturale Spire Inc ha ottenuto il permesso dall’ente regolatore federale, per continuare le attività nel suo gasdotto STL del...

Brasile. Bolsonaro rilancia e vuole il gas argentino a tutti i costi

Le elezioni in Brasile sono previste per settembre del 2022, ma in realtà la campagna è già iniziata e l’argomento energia è sul tavolo. Bolsonaro...

Brasile. Il nuovo etanolodotto soddisferà l’intero fabbisogno di San Paulo

A partire da settembre, tutta la domanda di etanolo generata dalla regione metropolitana di San Paolo potrà essere soddisfatta grazie ai nuovi etanolodotti di...

Le comunità autoctone canadesi chiedono la deviazione del gasdotto di Enbridge

L’organizzazione canadese “First Nation”, istituzione che rappresenta le comunità autoctone canadesi, ha affermato di voler costringere la compagnia Enbridge Inc. a deviare il tracciato...

Il Governo del Pakistan si sta muovendo attivamente per rafforzare la rete nazionale di gasdotti e consolidare di conseguenza la capacità del Paese di assicurarsi i necessari approvvigionamenti di gas naturale.

Secondo quanto riportato dalla testata locale Pakistan Today, il Ministro dell’Energia Omar Ayub ha annunciato nei giorni scorsi che il Pakistan sta progettando la posa di un nuovo gasdotto, in collaborazione con la Russia.

Il ministro ha poi aggiunto che le riserve di gas del Paese si stanno esaurendo e che i Governi precedenti non hanno messo in campo nessuna politica mirata allo sviluppo Di nuovi giacimenti e proprio a causa delle decisione del passato esecutivo i costi del gas sono aumentati nell’ultimo periodo.

Il magazine specializzato Pipeline Technology Journal riporta invece che il Governo pachistano sarebbe al lavoro sulla progettazione di due pipeline che dovrebbero collegare i terminal di import del GNL ubicati sulla costa del Mar Arabo con le città interne del Paese tra cui Lahore, Faisalabad e Rawalpindi. Ognuna delle condotte dovrebbe avere una lunghezza di 1.100 km, un diametro di 56 pollici e una capacità di trasporto di 1,6 miliardi di piedi cubi di gas al giorno.

Il Governo centrale otterrebbe introiti dalla trasmissione del gas dalla costa all’interno e avrebbe intenzione di utilizzare, per sviluppare il progetto, i fondi del GIDC (Gas Infrastructure Development Cess), a cui dovrebbero aggiungersi finanziamenti privati.

Tra i possibili partner vengono menzionati soggetti cinesi o russi, mentre l’esecutivo si è già mosso per acquisire i terreni su cui dovrebbero passare i gasdotti e ha anche chiesto alla Asian Development Bank uno studio di fattibilità tecnico-economica relativamente ai siti di stoccaggio che dovrebbero sorgere in connessione con le nuova pipeline.

Latest article

Stati Uniti. Spire Inc. ottiene più tempo per operare il Missouri St. Louis NG Pipeline

La società statunitense di gas naturale Spire Inc ha ottenuto il permesso dall’ente regolatore federale, per continuare le attività nel suo gasdotto STL del...

Brasile. Bolsonaro rilancia e vuole il gas argentino a tutti i costi

Le elezioni in Brasile sono previste per settembre del 2022, ma in realtà la campagna è già iniziata e l’argomento energia è sul tavolo. Bolsonaro...

Brasile. Il nuovo etanolodotto soddisferà l’intero fabbisogno di San Paulo

A partire da settembre, tutta la domanda di etanolo generata dalla regione metropolitana di San Paolo potrà essere soddisfatta grazie ai nuovi etanolodotti di...

Le comunità autoctone canadesi chiedono la deviazione del gasdotto di Enbridge

L’organizzazione canadese “First Nation”, istituzione che rappresenta le comunità autoctone canadesi, ha affermato di voler costringere la compagnia Enbridge Inc. a deviare il tracciato...

Stati Uniti. Il Colonial Pipeline riprende le attività mentre il nuovo uragano Nicholas perde forza

Il più grande oleodotto degli Stati Uniti ha ripreso le operazioni in maniera parziale, dopo aver dimostrato che l’infrastruttura ha resistito all'uragano Nicholas in...