• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

lunedì, Marzo 8, 2021

LA BULGARIA POTEZNIERA’ IL BALKAN STREAM PER TRASPORTARE ANCHE GAS DI ORIGINE NON RUSSA

Must read

Nord Stream 2 accelera: al lavoro anche la seconda nave posatubi russa

La Fortuna, datata e lenta – essendo equipaggiata con un sistema di mantenimento della posizione ad ancore – nave posatubi russa non è più...

Confermata a Italgas la gestione del servizio di distribuzione del gas nell’Ambito Territoriale Torino 1

E’ stata Italgas ad aggiudicarsi la gara, indetta dal Comune di Tornino, relativa al servizio di distribuzione del gas naturale, per i prossimi 12...

A partire dal prossimo anno la Lituania fornirà gas alla Polonia attraverso una nuova pipeline

La compagnia energetica statale lituana Ignitis Group inizierà a fornire gas alla Polonia, attraverso una nuova pipeline dedicata che entrerà in funzione il prossimo...

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

La capacità di trasporto del Balkan Stream, pipeline in fase di costruzione in territorio bulgaro, progettata per trasportare in Serbia e Ungheria il gas russo proveniente dal nuovo gasdotto TurkStream, verrà potenziata e consentirà a Sofia di diversificare le fonti di approvvigionamento allargando la platea di fornitori a soggetti non russi.

E’ quanto ha dichiarato, secondo l’agenzia di stampa Reuters, il primo ministro bulgaro Boyko Borissov, in occasione di una visita ai cantieri di costruzione di due stazioni di compressione che sorgeranno lungo il percorso del nuovo gasdotto, lungo in totale 474 chilometri.

“Con queste due nuove stazioni di compressione, saremo in grado di incrementare la capacità del Balkan Stream da 15 a 20 miliardi di metri cubi (cbm) all’anno” ha detto Borissov. “Questo upgrade ci consentirà di diversificare le fonti di approvvigionamento lungo l’intera rotta, non solo in Bulgaria ma anche per le forniture dirette in Serbia, Ungheria e Austria”. Diversificazione che, evidentemente, guarderà a soggetti non russi da affiancare a Gazprom, che comunque fornirà- via TurkStream, di cui di fatto il Balkan Stream sarà una ramificazione – la gran parte del metano previsto in transito attraverso la nuova condotta.

 

Latest article

Nord Stream 2 accelera: al lavoro anche la seconda nave posatubi russa

La Fortuna, datata e lenta – essendo equipaggiata con un sistema di mantenimento della posizione ad ancore – nave posatubi russa non è più...

Confermata a Italgas la gestione del servizio di distribuzione del gas nell’Ambito Territoriale Torino 1

E’ stata Italgas ad aggiudicarsi la gara, indetta dal Comune di Tornino, relativa al servizio di distribuzione del gas naturale, per i prossimi 12...

A partire dal prossimo anno la Lituania fornirà gas alla Polonia attraverso una nuova pipeline

La compagnia energetica statale lituana Ignitis Group inizierà a fornire gas alla Polonia, attraverso una nuova pipeline dedicata che entrerà in funzione il prossimo...

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...