Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

domenica, Dicembre 6, 2020

L’INDIA SEMPLIFICA LA NORMATIVA SUI GASDOTTI PER ATTRARRE INVESTIMENTI ESTERI

Must read

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

Il Governo indiano sta semplificando la schema di tariffazione delle pipeline, per rendere il gas più competitivo a livello di costi (con l’obbiettivo di spingere l’utilizzo di questo combustibile a discapito di altri più inquinanti e portarlo dall’attuale 6% al 15% dell’energy mix nazionale) e attrarre investimenti esteri finalizzati alla costruzione delle nuove infrastrutture energetiche di cui il Paese ha bisogno.

E’ quanto dichiarato nei giorni scorsi – e riportato dalla Reuters – dal ministro indiano del Petrolio Dharmendra Pradhan.

Il nuovo sistema di tariffazione dovrebbe aiutare a creare un mercato nazionale unico del gas in India e attrarre quindi i capitali esteri necessari al completamento del network nazionale di gasdotti e al miglioramento della sua accessibilità.

Secondo lo stesso ministro indiano, infatti, l’attuale modallo di tariffe regionale per le pipeline genera un maggior costo di trasporto del gas e ha inibito lo sviluppo di un mercato nazionale, ostacolando anche lo sviluppo della domanda di metano nei centri più remoti del Paese.

L’India, che è il quarto importatore mondiale di GNL, sta investendo circa 60 miliardi di dollari per rafforzare la propria infrastrutture dal gas, con interventi sulla rete di pipeline e con la costruzione di nuovi terminal per l’import di gas naturale liquefatto.

Latest article

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

CRESCONO GLI INVESTIMENTI DI SNAM, CHE PRESENTA IL NUOVO PIANO 2020-2024

Crescono di quasi un miliardo di euro gli investimenti programmati da Snam per i prossimi anni, come stabilito nel nuovo piano 2020-2024 presentato oggi dal gruppo...