• Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 4

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

giovedì, Marzo 4, 2021

RUSSIA-UCRAINA: NESSUN ACCORDO SUL TRANSITO DEL GAS ENTRO FINE ANNO

Must read

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

Ancora nessun accordo tra Mosca e Kiev sul rinnovo del contratto per il transito del gas russo attraverso i gasdotti ucraini, che scadrà il 31 dicembre prossimo: a questo punto sembra inevitabile che, se un punto di incontro tra le parti – nello specifico le compagnie statali Gazprom e Naftogaz – sarà raggiunto, ciò avverrà solo nel corso del nuovo anno.

Dopo l’ultimo meeting che si è svolto a Vienna venerdì scorso, la stampa russa aveva parlato di un accordo preliminare raggiunto dai negoziatori, ma la notizia è stata smentita oggi (lunedì; ndr) dal CEO di Naftogaz Yuriy Vitrenko, che ha dichiarato alle agenzie internazionali: “Non sono a conoscenza di nessun accordo di lungo termine, ancorché preliminare, raggiunto dalle parti”.

“Abbiamo solo raggiunto un accordo preliminare su potenziali strumenti, in termini di struttura del contratto, da utilizzare se e quando ci sarà effettivamente un deal”.

“Ora – ha quindi aggiunto Vitrenko – dobbiamo lavorare e concentrarci sulla definizione della struttura legale dell’eventuale nuovo contratto, perché ci sono ancora molte questioni aperte”.

Anche Gazprom, in un recente comunicato, ha specificato che le due parti “continueranno a discutere di una collaborazione nel settore del gas nel corso del 2020”.

Al momento però, data questa situazione, il flusso di gas russo attraverso le pipeline ucraine dovrebbe interrompersi a partire dal 1° gennaio 2020.

Latest article

Scorte di gas europee ai minimi: la corsa a ricostituirle durante l’estate spingerà al rialzo il prezzo del metano

L’Europa si avvia a concludere la stagione invernale, che si chiude convenzionalmente alla fine di marzo, con riserve di gas ridotte ai minimi storici....

Total pronta a costruire un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari tra Uganda e Tanzania

Il Governo dell’Uganda ha annunciato che i lavori di costruzione di un nuovo oleodotto da 3,5 miliardi di dollari che raggiungerà il vicino Stato...

Il Qatar investirà 60 milioni di dollari nella realizzazione di una nuova pipeline tra Israele e Gaza

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, il Ministero degli Esteri del Qatar ha annunciato ufficialmente l’intenzione di investire 60 milioni di dollari nel...

Tesmec: il calo del 2020 (causa Covid) rispetta le attese, portafoglio ordini in crescita

Il gruppo italiano Tesmec leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di...

La Germania sta già studiando il ‘phase out’ del gas naturale dal settore del riscaldamento

La Germania dovrà prepararsi a dire addio al gas naturale per il riscaldamento molto presto, già entro pochi anni. Ne è convinto il Ministro tedesco...