• [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 21

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 13
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 19

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 12
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

martedì, Maggio 18, 2021

SAIPEM RIESCE A ‘SCHIVARE’ LE SANZIONI USA SUL NORD STREAM 2

Must read

Cadono le importazioni di LNG in America Latina

Secondo il rapporto annuale 2021 pubblicato dal Gruppo internazionale degli importatori di gas naturale liquefatto (GIIGNL), le importazioni di GNL dall'America Latina e dai...

Tenaris presenta Thera™ Technology per il trasporto e stoccaggio dell’idrogeno.

Tenaris ha recentemente presentato Thera™ Technology, la sua ultima soluzione dedicata allo stoccaggio e al trasporto dell’idrogeno. Con oltre 100 anni di esperienza nel settore,...

La prima fase del gasdotto di PennEast entrerà in servizio nel 2022

PennEast Pipeline prevede di mettere in servizio il prossimo anno la prima fase del nuovo gasdotto da 1,2 miliardi di dollari in Pennsylvania, e...

Siemens Energy annuncia la collaborazione per la sicurezza informatica su gasdotti

La compagnia tedesca Siemens Energy ha annunciato una collaborazione con ServiceNow per creare una serie di servizi informatici unificati che consenta alle aziende di...

Saipem dovrebbe riuscire a ‘schivare’ le sanzioni americane appena entrate in vigore nei confronti dei soggetti coinvolti nella costruzione del nuovo gasdotto Nord Stream 2 di Gazprom.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, infatti, il contractor italiano ha concluso i lavori relativi alla propria commessa, che riguardavano attività sull’ultimo tratto delle pipeline che dalla Russia attraversa il Mar Baltico e approda a terra a Greiswald in Germania. Per questo, secondo una fonte industriale vicina al progetto interpellata dalla Reuters, Saipem dovrebbe essere fuori pericolo in quanto “eventuali sanzioni extraterritoriali o secondarie che gli Usa potrebbero imporre ai Paesi e alle aziende che hanno lavorato al progetto” non “potranno essere retroattive”.

Il fatto di aver già portato a termine l’incarico, del valore complessivo di 370 milioni di dollari, e quindi di portata tutto sommato marginale rispetto alla dimensione complessiva dell’opera, metterebbe quindi al riparo Saipem dal rischio di incorrere nelle sanzioni volute da Washington contro il nuovo gasdotto, visto come il fumo negli occhi non solo dall’amministrazione Trump, ma anche da una serie di Paesi europei a partire dalla Polonia e dall’Ucraina, attraverso le cui reti nazionali transita al momento buona parte del gas russo diretto in Europa, e che con l’entrata in funzione del Nord Stream 2 (che collega direttamente Russia e Germania, quest’ultima infatti principale sostenitore europeo dell’infrastruttura) temono di essere tagliate dal grosso del traffico.

Il rischio, però, potrebbe non essere scongiurato del tutto per Saipem: nei giorni scorsi, infatti, l’ambasciatore Usa in Germania, Richard Grenell, parlando in un’intervista al quotidiano tedesco Handesblatt, ha detto che “le società coinvolte nella realizzazione del gasdotto sono sempre in pericolo perché le sanzioni sono sempre possibili”.

Latest article

Cadono le importazioni di LNG in America Latina

Secondo il rapporto annuale 2021 pubblicato dal Gruppo internazionale degli importatori di gas naturale liquefatto (GIIGNL), le importazioni di GNL dall'America Latina e dai...

Tenaris presenta Thera™ Technology per il trasporto e stoccaggio dell’idrogeno.

Tenaris ha recentemente presentato Thera™ Technology, la sua ultima soluzione dedicata allo stoccaggio e al trasporto dell’idrogeno. Con oltre 100 anni di esperienza nel settore,...

La prima fase del gasdotto di PennEast entrerà in servizio nel 2022

PennEast Pipeline prevede di mettere in servizio il prossimo anno la prima fase del nuovo gasdotto da 1,2 miliardi di dollari in Pennsylvania, e...

Siemens Energy annuncia la collaborazione per la sicurezza informatica su gasdotti

La compagnia tedesca Siemens Energy ha annunciato una collaborazione con ServiceNow per creare una serie di servizi informatici unificati che consenta alle aziende di...

Invenergy e BW LNG assieme per rifornire El Salvador

La statunitense Invenergy e BW LNG (Singapore) hanno firmato una alleanza da 129 milioni di dollari con IDB Invest, per finanziare la costruzione dell'unità...