Annuncio creato il 26/11/2020 16:09 - Pipeline News -  -

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2

  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 2
  • [titolo] - [nome_sito] -  - [categorie] 1

sabato, Dicembre 5, 2020

TAP: ECCO IL PROGETTO (E I COSTI) PER INCREMENTARE LA CAPACITA’

Must read

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

Dopo l’esito positivo dell’indagine di mercato lanciata lo scorso luglio, per valutare l’effettivo interesse rispetto ad un’eventuale incremento della capacità de gasdotto TAP (Trans-Adriatic-Pipeline), le 3 società TAP AG, Snam Rete Gas e DESFA (il gestore della rete greca, anch’esso controllato da Snam) hanno pubblicato i dettagli del progetto per incrementare la portata della pipeline e dato tempo fino al 21 febbraio prossimo agli stakeholder per esprimere un parere a riguardo.

Non appena entrerà in attività, già nei prossimi mesi, il TAP – che trasporterà in Europa il gas naturale estratto in Azerbaijan, nell’ambito del cosiddetto Southern Gas Corridor – avrà una capacità nominale di 10 miliardi di metri cubi all’anno (bcm/a), che potrebbe arrivare fino ad un massimo di oltre 20 bcm/a con una serie di interventi, che sono appunto l’oggetto della Project Proposal pubblicata da TAP AG, Snam Rete Gas e DESFA a questo link: https://www.tap-ag.com/assets/07.reference_documents/english/Market%20Test/Joint%20Public%20Consultation%20Document_SRG_TAP_DESFA_20Jan2020.pdf.

I tre operatori vogliono infatti capire, prima di procedere con un upgrade che potrebbe arrivare a costare fin oltre 1 miliardo di euro, se effettivamente la capacità addizionale verrà poi assorbita e quindi remunerata dal mercato. Come detto, l’esito del primo sondaggio è stato positivo, ma in quel caso le manifestazioni d’interesse non erano vincolanti. Ora Snam e soci chiedono un riscontro sul progetto, dopo di ché, a partire dal secondo trimestre dell’anno, inizierà la fase delle richieste vincolanti per poi allocare la capacità aggiuntiva.

Scorrendo il dettagliato draft recentemente pubblicato, si nota come il progetto sia di fatto ‘modulare’: le tre società ipotizzano due diversi scenari, presumibilmente legati a quello che potrà essere il riscontro del mercato.

Il primo scenario, quello della ‘partial expansion’ prevede di portare la capacità del gasdotto a 48.8 MSm3 /day (ovvero 17,8 bcm/a) e avrebbe un costo stimato di 965 milioni di euro, mentre il secondo, definito ‘full expansion’, prevede di arrivare a 59.5 MSm3/day (21,7 bcm/a) di capacità a fronte di un costo complessivo pari a 1,38 miliardi di euro.

Latest article

In funzione il tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, diramazione del Power of Siberia che arriverà fino a Shanghai

E’ stato immesso il ‘first gas’ nel tratto centrale della Cina-Russia East pipeline, nuovo gasdotto in fase di costruzione che, alimentandosi dal Power of...

Enbridge Energy ottiene il via libera dallo stato del Minnesota per l’upgrade dell’oleodotto Line 3

Le competenti autorità dello stato americano del Minnesota, e in particolare la Minnesota Pollution Control Agency, nei giorni scorsi hanno dato il loro ‘via...

Gallo (Italgas): “L’infrastruttura europea sarà fondamentale per gestire i futuri gas rinnovabili, prima biometano e poi idrogeno”

La rete europea del gas sarà uno strumento fondamentale per poter gestire i gas rinnovabili, come biometano e idrogeno, contribuendo in tal modo alla...

Nord Stream 2: a dicembre Gazprom riprenderà i lavori di posa in acque tedesche

Nord Stream 2 AG, la società controllata da Gazprom che sta realizzando il nuovo gasdotto Nord Stream 2, dovrebbe ricominciare le attività di posa...

CRESCONO GLI INVESTIMENTI DI SNAM, CHE PRESENTA IL NUOVO PIANO 2020-2024

Crescono di quasi un miliardo di euro gli investimenti programmati da Snam per i prossimi anni, come stabilito nel nuovo piano 2020-2024 presentato oggi dal gruppo...